Quando Caserta …accelera

Quando Caserta decide di spingere sull’acceleratore dell’innovazione, allora è lì che nasce CasertAccelera, il progetto ideato dall’Asips – Azienda speciale della Camera di Commercio di Caserta – e realizzato in collaborazione con SOGES S.p.A.

CasertAccelera è un’opportunità per giovani e creativi che, tramite l’acquisizione di competenze spendibili in contesti lavorativi dinamici e l’abbattimento di ogni barriera socio-culturale, vogliono costruire progetti imprenditoriali sostenibili e produrre innovazione sul territorio.

CasertAccelera offre:

  • Formazione: per apprendere le principali metodologie per lo start-up d’imprese innovative (Lean Startup, Design Thinking, ecc.)
  • Testimonianze: per imparare da chi ha avuto successo ma anche da chi è caduto e si è rialzato più forte di prima
  • Connessioni: tra chi offre innovazione e chi cerca soluzioni per la propria impresa.

Il percorso di CasertAccelera prevede 3 tappe principali:

 

IMPARA – Diffusione della cultura d’impresa

In questa fase viene istituita una MINI ACADEMY dedicata all’educazione all’impresa, realizzata in parte presso Asips e in parte presso le scuole superiori coinvolte.

Un percorso laboratoriale per stimolare gli studenti a superare la loro comfort zone e prepararli all’ingresso nel mondo del lavoro con competenze trasversali e spirito d’iniziativa, più consapevoli verso l’eventuale scelta imprenditoriale.

Le scuole destinatarie sono 4, individuate da SOGES S.p.A. sulla base di criteri quali la diversificazione tra gli indirizzi di studio e la rappresentatività rispetto alle aree provinciali “urbane”, “suburbane” e “interne”.

L’ACADEMY è caratterizzata da:

  1. Sessioni interattive allo scopo di far emergere passioni, idee e competenze, incrementare il cross learning fra gli studenti (anche provenienti da indirizzi di studio differenti) nonché avviare la nascita di gruppi di lavoro.
  2. Speech per raccontare agli studenti cos’è l’impresa, cos’è l’innovazione, cosa sono le start up, come stanno cambiando il mondo e le professioni.
  3. Mini percorso formativo di creazione d’impresa, finalizzato a trasferire le più recenti metodologie e strumenti (es. Lean startup, Business Model Canvas, ecc.) utilizzabili anche in ambiti differenti da quello strettamente imprenditoriale e, al contempo, portare i gruppi di studenti più motivati a progettare la propria attività innovativa.
  4. Incontri ispirazionali e motivazionali con imprenditori che possono raccontare problemi, difficoltà e successi.
  5. Focus formativi specialistici per trasferire competenze trasversali per l’accesso al mercato del lavoro (es. utilizzo lavorativo dei social network, programmazione per sviluppo di applicazione per il web, team building e problem solving, ecc.)
  6. Lavoro di gruppo sui progetti d’impresa.

 

REALIZZA – Supporto alla creazione d’impresa

Alla MINI ACADEMY segue un percorso semestrale di pre-accelerazione di impresa finalizzato a sostenere aspiranti imprenditori e giovani creativi che siano in possesso di un’idea da trasformare in un’attività imprenditoriale.

L’accesso al percorso avviene tramite selezione in risposta ad un Avviso pubblico, di prossima pubblicazione, e la partecipazione ad un evento di scouting.

Gli obiettivi sono:

  • Individuare team fortemente motivati e progetti imprenditoriali con elevate potenzialità commerciali.
  • Apportare ai partecipanti competenze e strumenti trasversali, spendibili in contesti lavorativi dinamici.
  • Spingere lo sviluppo dei progetti, per acquisire market validation e metriche, con un approccio metodologico codificato e di rilievo internazionale, supportando anche lo sviluppo di un MVP (Minimum Viable Product, ovvero un prodotto/servizio con le sole caratteristiche principali per essere messo “sul mercato”. È una strategia mirata ad evitare di costruire prodotti che i clienti non vogliono).
  • Preparare i team/startup in uscita dal percorso per:
    • fund raising con investor pubblici e privati
    • scouting di altri programmi di accelerazione di rilievo nazionale (in ottica di filiera)
    • matching con imprese in cerca di soluzioni innovative (open innovation).

La metodologia prevede l’alternanza dei seguenti momenti:

Kick off, inizio percorso
Evento di lancio del percorso, durante il quale saranno “demolite”, in modo costruttivo, le idee d’impresa e definiti i principali obiettivi di avanzamento.

Full immersion formativa
Sessioni in plenaria, per trasferire il metodo Lean startup, la cassetta degli attrezzi e alcune competenze chiave.

Office hour
Sessioni di mentoring, in modalità one to one, frontale e back office, per spingere lo sviluppo del prodotto, monitorare i risultati, ridefinire gli obiettivi di avanzamento e correggere gli output realizzati dai team.

Sessioni motivazionali e guest speech
Testimonianze di startupper, investor, rappresentanti aziendali, leader di opinione nazionali

Trial Day
Un evento ristretto per verificare se l’idea regge di fronte a “esterni” ed esaminare in pubblico i primi numeri di trazione ottenuti.

 

INNOVA – Rafforzamento delle imprese

La terza e ultima tappa è costituita da un percorso finalizzato a creare le condizioni per cogliere appieno le opportunità legate all’open innovation.

L’innovazione (aperta) è possibile se, a monte, c’è un desiderio delle aziende di intraprendere vie coraggiose, attivando un modello di filiera e di relazione orizzontale con altre imprese/innovatori.

Le aziende devono puntare all’apertura: da qui “open innovation”, sia per l’acquisizione delle competenze sia per quanto concerne la ricerca di nuove soluzioni a nuovi problemi di mercato.

Gli obiettivi, dunque, sono:

  • Sensibilizzare le aziende del territorio sul tema open innovation
  • Avvicinare le aziende del territorio e i team/start up del percorso di creazione d’impresa
  • Unire (o far adottare) imprese e start up

Il percorso si concretizza nelle seguenti attività:

  • Eventi di sensibilizzazione/avvicinamento
  • Laboratori aziende/start up
  • Open innovation day

Il primo ciclo di eventi è destinato ad aziende di diversi settori, con i seguenti contenuti:

  • Diffondere la cultura dell’open innovation: opportunità, profili tecnici, modalità di attuazione, testimonianze di casi reali, ecc.
  • Presentare i progetti dei team/startup inseriti nel percorso di pre-accelerazione.
  • Moderare un dibattito attorno ai suddetti progetti, raccogliendo sia le opinioni/esigenze concrete delle aziende sia le proposte dei team rispetto all’attuale modello di business delle aziende stesse.
  • Raccogliere le adesioni di aziende disposte a sperimentare un laboratorio di open innovation (di cui al ciclo di eventi descritto successivamente).

Il secondo ciclo di eventi è costituito da veri e propri laboratori di open innovation.

L’obiettivo dei laboratori è spingere i partecipanti a lavorare insieme rispetto ad un obiettivo di innovazione del modello di business, a stimolare la propria creatività, a disegnare nuovi prodotti/servizi innovativi.

Al termine del laboratorio, di saranno generate o meno “alchimie” tra aziende e team.

L’Open Innovation Day sarà un evento contenitore che prevede:

  • Sessione istituzionale per la presentazione dei risultati complessivi del progetto della CCIAA/ASIPS.
  • Pitching session dei team/start up in uscita dal percorso di pre-accelerazione.
  • Testimonianze.
  • Incontri BtoB tra team/start up e aziende.

Le aziende interessate possono, sin d’ora, fornire i propri contatti attraverso l’application form presente sul sito di CasertAccelera.

Leave a comment